Come può un business tradizionale crearsi una nuova fetta di mercato dal web

Annunci

Il perché è sotto gli occhi di tutti, internet è diventato il vero cuore pulsante dell’economia.

Non ci credete? Ditemi se esiste un’azienda che non vende, acquista, si fa pubblicità oppure anche solo utilizza internet al giorno d’oggi.

Si lo so non potete rispondere, almeno non in tempo reale, ma non ne esiste una.

Se avete qualche perplessità al riguardo basta pensare alla posta elettronica, conoscete un’azienda senza una mail? Quindi magari non utilizzerà internet come fonte di business ma lo farà sicuramente per svolgere dei compiti per cui internet oramai è divenuto essenziale.

Con questo cosa voglio dire? Arrivo al punto.

20 anni fa’ non c’erano le mail, c’era il fax. Ricordate? Oggi internet ha spazzato via questa tecnologia obsoleta.

Tra 5 anni cosa verrà spazzato via?

In questo numero della rubrica mondolavoro360°, parleremo di come in una società ibrida tra reale e virtuale, bisogna operare con un’azienda che si sappia muovere tanto nel reale quanto nel virtuale per garantirsi longevità. Supporta il nostro lavoro unendoti al gruppo facebook greenStuff.blog/community cliccando qui e seguendoci sui nostri canali social

Annunci

Nota bene che questo articolo non è un corso su come un’azienda dovrebbe operare online, ma piuttosto una riflessione sul perché è necessario farlo, con qualche accenno di cosa c’è dietro la vendita online.

L’e-commerce in Italia e nel mondo

L’industria dell’e-commerce vive anni di crescita a due cifre ormai da qualche tempo, trainata da colossi come Amazon e Alibaba.

Vediamo cosa succede nel mondo prima di parlare dell’Italia.

Per il 2020 la crescita che ci si aspettava per l’industria dell’e-commerce era del 20.2%, poi l’evoluzione degli eventi che hanno avuto come protagonista il Covid hanno abbassato queste previsioni al 16.5%. Ma si parla comunque di un 16.5% di crescita rispetto al 2019, quanti altri settori hanno riscontrato una crescita del genere? O per meglio dire, quanti altri settori hanno riscontrato una crescita di qualche genere?

A livello globale, il 42.3% delle vendite online è rappresentato dal mercato Asiatico insieme alla zona del pacifico (quindi inserendo anche l’Australia), il 23% invece nel Nord-America e “solo” il 16.2% in Europa. Degno di nota il fatto che di quel 42.3% del mercato Asiatico, più del 62% appartiene alla sola Cina, che si conferma la nazione trainante dell’economia mondiale.

Fonte Key4biz, clicca qui per leggere il loro report per intero .

Tornando in Italia, ecco un dato che fa riflettere: negli ultimi 10 anni si è registrata una diminuzione di negozi offline pari all’11% del totale (circa 63.000 attività), sono invece nate solo nel 2018 esattamente 6.968 nuove attività di vendita online (il 20% in più rispetto al 2018)

Il trend sembra chiaro anche in Italia

Il report annuale della Casaleggio & associati dichiara che nel 2019 il fatturato dell’e-commerce in Italia è stato di circa 48.5 miliardi di euro, con una crescita del 17% rispetto al 2018. In sostanza, il compartimento online cresce senza sosta dalla sua nascita con percentuali di crescita annuali che come nel caso del 2009 sono arrivate a toccare anche quota +58%.

Potete leggere il report della Casaleggio & associati cliccando qui.

Chi acquista online in Italia?

Per capire meglio come anche la tua azienda possa crearsi un business anche online, andiamo a vedere un po’ più da vicino chi fa acquisti online in Italia, e quali sono le sue abitudini.

Acquistano online sia gli uomini (61.7%) che le donne (38.3%), con una concentrazione maggiore nella fascia d’età che va dai 25 ai 45 anni.

L’80% degli e-consumer lo fa in media 4 volte al mese, (non considerando il periodo della pandemia, dove gli acquisti online hanno registrato un leggero incremento ndr).

Il 94.8% compara i prezzi tra i vari siti web e ed i negozi fisici.

Il 95% legge online guide all’acquisto.

il 92% legge le recensioni di altri utenti.

Fonte idealo, leggi il loro report completo cliccando qui.

Oggi i consumatori si documentano e molto spesso ne sanno anche di più di chi quel prodotto glielo vuole vendere.

Per stare a galla al giorno d’oggi ci vuole una marcia in più.

Annunci

Un altro settore in crescita trainato dall’industria online è sicuramente il settore logistico, che supporta il processo di vendite di prodotti fisici con le consegne a domicilio. Il settore della logistica Italiana, ha registrato una crescita per il suo quinto anno consecutivo. Anche questo è un settore che sta per cambiare pelle, La Logistica 4.0 sta diventando realtà anche in Italia, e questo cambierà molte cose, ecco perché ne parleremo presto nel numero di mondolavoro360° del prossimo 5 Ottobre, Non rischiate di perderlo, collegati con i nostri canali social

Come si converte una parte del proprio business online?

Partiamo col dire che ogni azienda è differente.

Dicendo ciò non mi riferisco alla tipologia di merce trattata o a dove si trova la sua sede per lo Stivale, mi riferisco proprio al fatto che la xxx s.r.l. è diversa dalla yyy s.r.l. anche se vendono le stesse cose.

E questo è dovuto ad una enormità di fattori che possono essere gli anni in attività, le strutture, il numero e le specializzazioni dei dipendenti, ecc. non mi dilungo, sarebbe come cercare di elencare tutte le possibili varianti di un gene umano.

Quindi non esiste una regola standard o una formula magica per crearsi il proprio spazio nel web.

Bisogna analizzare, analizzare ed ancora analizzare la propria azienda nei minimi dettagli per poter procedere con una strategia ben definita.

Esistono molte agenzie che si occupano di questo, cerca la più vicina a te o contattaci se vuoi una consulenza virtuale da parte nostra. trovate il format nella nostra pagina contatti.

Quello che è chiaro soprattutto riguardando il dato citato sopra del numero di negozi tradizionali chiusi negli ultimi 10 anni e il numero di quelli on line che invece hanno aperto solo nell’ultimo anno, è che anche se ogni azienda è differente dalle altre, tutte non possono prescindere dallo sviluppare il proprio business anche online se guardano al lungo periodo.

E probabilmente non conviene nemmeno perdere tanto tempo e cominciare il prima possibile per diminuire il gap con quelle che già ci sono ed aumentarlo da quelle che inevitabilmente ci entreranno tra un po’.

In linea teorica e generale, (vi prego di non prendere questo come esempio da seguire, poiché come già detto ogni realtà è differente) una volta aver targetizzato l’audience di riferimento e definito una strategia di marketing adatta, si utilizzano degli appropriati contenuti (che possono essere articoli, podcast, video ecc.) per creare quella che in inglese viene chiamata Authority, e cioè quando l’autorità della tua azienda viene riconosciuta in quanto esperta e affidabile in un determinato settore o prodotto ecc.

Una volta costruita un audience che vede la vostra azienda come un authority del settore, sarà più facile costruire un business trasformando la vostra audience in clienti paganti.

Detto così sembra facile, ma non lo è.

Ci sono fior fior di professionisti che hanno studiato anni per farlo.

e qui veniamo al discorso dipendenti, perché se è vero che a fare il commesso non ci vuole la laurea, (anche se moltissimi ce l’hanno) è altrettanto vero che per avere risultati online ti servono figure specializzate.

O ti affidi ad un’agenzia o ti affidi ai tuoi nuovi dipendenti, cosa è meglio dipende sempre dall’azienda stessa.

Parleremo dei nuovi professionisti molto presto in un uno dei nostri prossimi numeri di #mondolavoro360° —> in uscita ogni lunedì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...