Vi ricordate dei sogni che fate? A colori o in bianco e nero? Ne parliamo oggi nella giornata mondiale dei sogni

Annunci

Sin Dall’antichità ci siamo arrovellati per capire il senso dei sogni.
Nella mitologia greca, ad esempio, troviamo gli dèi Morfeo, Fobetore e Fantaso, ognuno col proprio ruolo nel plasmare i sogni dei mortali.
Morfeo è “il modellatore” ovvero colui che fa prendere forma al sogno, Fobetore è “lo spaventoso” che compare nei sogni sotto forma di esseri terrificanti, ed infine Fantaso è “l’apparizione”, colui che ci fa sognare gli oggetti inanimati.

Siamo a fine 800 quando Freud si interessa alla psichiatria, e studiando l’isteria e la sua cura attraverso l’ipnosi, approda alla teoria dell’inconscio che ben presto lo porterà a rivolgere la sua attenzione al mondo dei sogni, sul quale come ben sappiamo ha scritto un libro, ovvero “L’interpretazione dei sogni”, era il 1900.

I sogni sono la via regia che porta alla conoscenza dell’inconscio nella vita psichica

Sigmund Freud


Secondo Freud, i sogni si dividono in un contenuto manifesto e uno latente. Quello manifesto è il sogno in sé, quello latente è dato dalle circostanze che danno luogo alla scena onirica ed è proprio quello che va interpretato, perché cela in sé “indizi” riguardo il subconscio.

Anche Jung nel corso della sua carriera si è interessato ai sogni, discostandosi però dal pensiero di Freud.
Secondo Jung, infatti, l’inconscio non si “traveste” e non cela al suo interno parti nascoste o ambigue, ma semplicemente si manifesta con autenticità attraverso simboli e archetipi. Inoltre, lo studioso individua nei sogni una psiche individuale ed una collettiva, suggerendoci la presenza di elementi culturali, e ci parla del fenomeno onirico come di un prodotto autonomo e significativo dell’attività psichica, ovvero (un po’ come la pensavano i nostri amici greci) non siamo noi che sogniamo, ma sono le immagini del sogno che ci vengono a trovare durante la notte.

Ma psicoanalisi a parte (ovviamente gli studi che abbiamo accennato sono molto più complessi) oggi è la giornata mondiale dei sogni e noi siamo qui per riportarvi alcune interessanti curiosità a riguardo…

Sicuramente sapevate che il nostro cervello non riposa mai, nemmeno quando dormiamo! Durante la fase REM infatti si registra un’esplosione di attività tale che se guardiamo un elettroencefalogramma relativo a questa fase, vediamo che presenta un modello simile a quello di una persona sveglia.

Ecco una carrellata di curiosità sui sogni…

Annunci

Sapevate che passiamo circa sei anni della nostra vita a sognare?


Le ricerche indicano che le fasi del sonno propriamente dette si presentano ad intervalli dai 5 ai 20 minuti. Se sommiamo tutte queste frazioni di tempo arriviamo a circa 6 anni (questa statistica prende come riferimento l’attuale aspettativa di vita).

Uomini e donne fanno sogni diversi!


Sembra infatti che la maggior parte degli uomini sogni scenari e situazioni più aggressive rispetto alle donne, che hanno invece sogni più lunghi, con maggiori dettagli e situazioni più complesse.

Non tutti i sogni sono a colori.

Si stima che 2 sogni su 10 si presentino in bianco e nero e sembra che una piccola percentuale della popolazione non abbia mai fatto sogni a colori, o almeno non sembra ricordarlo.
Tuttavia, in un esperimento è stato chiesto ai partecipanti di selezionare il gruppo di colori che associavano al sonno subito dopo essersi svegliati, quasi tutti hanno scelto le tonalità pastello

Quali emozioni sono più comuni mentre sogniamo?


Calvin Hall condusse una lunga ricerca riuscendo a raccogliere oltre 50000 storie sui sogni, constatando come, nonostante nei sogni sperimentiamo tutti i tipi di emozioni, quelle negative sono le più prevalenti. La più comune è l’ansia, seguita da paura e rabbia.

Gli studiosi hanno inoltre rivelato come alcuni sogni siano universali.

Si tratta dei sogni ricorrenti, ma la particolarità consiste nel modo in cui questi si presentino allo stesso modo in culture molto diverse. Parliamo ad esempio dei sogni nei quali veniamo aggrediti, di quelli in cui precipitiamo nel vuoto e, ahimè, di quelli in cui ci ritroviamo nudi di fronte ad un gran numero di persone.

Sapevate che gli ex fumatori sognano in modo più vivido?

Sembrerebbe proprio che queste persone sognino in maniera più realistica e dettagliata.
In una ricerca condotta su 243 soggetti che avevano smesso di fumare, il 33% ha dichiarato di fare sogni legati alla sigaretta e il 97% dichiarò di non aver mai sognato le sigarette prima di smettere di fumare

Non possiamo sognare persone che non conosciamo!

Ogni personaggio che appare nei nostri sogni, per quanto assurdo possa essere, è sempre qualcuno che abbiamo visto anche solo di sfuggita. Questo ci porta al prossimo punto…

Gli stimoli esterni influiscono sui sogni

Eravate a conoscenza del fenomeno noto come “incorporazione del sogno”? Esso ci spiega come a volte le cose che succedono nell’ambiente esterno finiscono per integrarsi nei nostri nostri. Come quando, per esempio, sogniamo di essere a scuola e sentiamo improvvisamente il suono della campanella ma in realtà è la nostra sveglia. Vi è mai capitato?


La scienza non ha ancora svelato tutti i misteri e le curiosità sui sogni e non è nemmeno riuscita a chiarire la loro utilità, si sa comunque che non sono utili al nostro riposo, ma allora perché sogniamo?

Il mondo dei sogni continua ad essere un regno sconosciuto nel quale entriamo e usciamo ogni giorno senza porci troppe domande e chissà, forse non ne sapremo mai abbastanza.

E voi ricordate i vostri sogni?

Annunci

One Reply to “Vi ricordate dei sogni che fate? A colori o in bianco e nero? Ne parliamo oggi nella giornata mondiale dei sogni”

  1. Ultimamente non mi ricordo nemmeno quando è stata l’ultima volta che ho preso sonno ma ai bei tempi (bei tempi per modo di dire) sognavo di volare.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...