L’iniziativa di Amazon sullo shopping sostenibile

Annunci

Il colosso dell’ecommerce da il via ad un’iniziativa per ridurre le emissioni apponendo un’etichetta alle merci che rispettano l’ambiente.

Unisciti alla nostra community di facebook, li troverai i nostri articoli freschi di giornata e tanti spunti di conversazione e riflessione tra i membri della nostra community. Cosa aspetti? clicca su greenstuff.blog/community, dì la tua e segui le nostre pagine social:

Questa iniziativa lanciata già a Settembre negli USA, è attiva adesso anche in Europa, Italia compresa, si chiama “Climate Pledge Friendly“. Questo programma si occuperà di identificare tutti gli articoli dotati di una o più tra le 19 certificazioni di sostenibilità richieste, a cui verrà poi data la concessione del simbolo del nuovo programma eco-friendly di Amazon.

etichetta apposta sui prodotti che soddisfano i criteri del programma Climate Pledge Friendly

Le tipologie di articoli che potrebbero far parte del programma sono prodotti per la cura della persona, detergenti, articoli da ufficio, generi alimentari, elettronica e prodotti di bellezza.

Il Climate Pledge Friendly prevede una vasta gamma di certificazioni a livello globale a cui Amazon ha aggiunto anche le certificazioni europee Eu Ecolabel, Blue Angel e Nordic Swan, che certificano i prodotti sostenibili e quelli che supportano l’economia circolare

Amazon

Ogni prodotto che fra questi rispecchia gli standard imposti dal programma sarà ben riconoscibile dagli utenti che visitano la piattaforma online, è stata infatti anche creata una sezione a parte.

Sembra proprio che Amazon con questa iniziativa voglia favorire il consumo di questi articoli che rispettano di più l’ambiente rispetto ad altri, tanto da completare questa iniziativa con un altro programma che si chiama “Compact by Design”, che prevede una certificazione esterna sul metodo d’imballaggio, perché riuscire a ridurre dimensioni, peso e aria all’interno può avere un considerevole ulteriore impatto sull’abbassamento delle emissioni.

Con la rimozione di aria e acqua in eccesso, i prodotti richiedono meno imballaggi e diventano più efficienti da spedire. Su larga scala, queste piccole differenze nella dimensione e nel peso del prodotto sono significative nella riduzione di emissioni di Co2

Amazon

Iniziativa sicuramente lodevole che non solo potrebbe effettivamente abbassare le emissioni nelle varie fasi di trasporto e stoccaggio, ma anche sensibilizzare e responsabilizzare di più le tantissime persone che ogni giorno acquistano merce sull’ecommerce più grande del mondo.

Questa è la seconda decisione in breve tempo a sostegno dell’ambiente per l’azienda di Seattle, che già poche decine di giorni fa aveva annunciato lo stop di vendite di articoli in plastica monouso.

Sempre molte più aziende stanno facendo passi avanti nei confronti dell’ambiente, rendendo le iniziative molto ben note così da farle diventare anche delle operazioni di marketing su vasta scala.

Qualcosa in contrario nello sfruttare iniziative del genere per la visibilità? Non particolarmente, no.

Rappresenta un’ottima opportunità di marketing per enfatizzare il proprio operato in ottica emissioni, perché l’argomento è evidentemente caldo per l’opinione pubblica, quindi tutto apposto a patto che queste iniziative siano iniziative serie, che producano risultati principalmente sul piano ambientale piuttosto che sul piano della visibilità e del consenso, altrimenti è solo una pratica di greenwashing, come se ne vedono tante in giro di questi tempi.

Amazon con queste iniziative sta sicuramente dando un segnale responsabile, che rivela l’intenzione di influenzare i milioni di visitatori quotidiani del sito ad acquistare dove possibile prodotti con il bollino green, cosa buona e giusta.

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Cosa sarebbe Roma senza i suoi Pini? Quei Pini che hanno ispirato Ottorino Respighi nella composizione della sua opera che proprio ai Pini ha dedicato, “I Pini di Roma”. Quei Pini che il pittore Aleksander Gierymski ha immortalato nel suo quadro “I Pini di villa Borghese”. Ma perché parliamo oggi dei Pini di Roma? Noi … Continua a leggere Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Proprio in un articolo molto recente ho già espresso i miei pensieri e le mie perplessità sul Ministero della Transizione Ecologica, come sempre in questi casi mi auguro di avere torto, perché intraprendere la strada giusta è nettamente più importante che alimentare l’ego dicendo: ho ragione io. Continuo ad augurarmi di avere torto, continuo a … Continua a leggere Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Leggendo le ultime sul redivivo ponte, mi viene in mente la canzone di Venditti che faceva: Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano… Antonello Venditti Si perché evidentemente c’è qualcuno davvero innamorato della possibilità di fare questo ponte per collegare la Sicilia alla Calabria. Sarà l’amore per le infrastrutture, sarà l’amore … Continua a leggere Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Sono sincero, quando ho saputo che il nuovo governo Draghi ha sostituito il ministero dell’ambiente con quello della transizione Ecologica non ero molto contento, pensavo: perché cambiare nome ad un ministero? Sarà solo una trovata pubblicitaria! (Come se ne vedono oramai ovunque, #greenwashing ndr). Ma poi mi sono detto, deve pur esserci qualcosa di diverso! … Continua a leggere Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...