Limite pm10 sistematicamente sforato per L’Italia, sanzioni in vista

Annunci

Lo ha deciso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea chiudendo il primo ciclo della procedura di infrazione iniziato nel 2014. La Commissione ha dichiarato inoltre che l’Italia non ha adottato in tempo utile le misure adeguate per garantire il rispetto dei valori limite fissati dalle norme UE sull’inquinamento dell’aria.

Unisciti alla community dei DIFENSORI DELLA NATURA, li troverai non solo i nostri articoli freschi di giornata, ma anche tanti spunti di conversazione e riflessione tra i membri della community. Cosa aspetti? clicca su Difensori della Natura ed entra nel gruppo a tematiche ambientali più grande d’Italia! Ah, ovviamente segui anche le nostre pagine social:

Tra il 2008 e il 2017, infatti, l’Italia ha violato in maniera sistematica e continuata i valori valori limite UE sulle concentrazioni di PM10 nell’aria. Del resto avevamo già parlato di inquinamento nel nostro bel paese e di come 5 delle nostre città siano finite nella classifica UE tra le 10 città più inquinate d’Europa, per leggere l’articolo clicca qui.

L’Italia dal canto suo ha provato a giustificarsi ponendo l’attenzione sull’estensione limitata delle aree di superamento dei limiti – che si concentrano sulla Pianura Padana e non sono estese su tutto il territorio nazionale – ma la Corte non ha dato rilevanza alla circostanza, spiegando come il superamento dei valori limite fissati per il PM10, anche nell’ambito di una sola zona, è sufficiente perché si possa dichiarare un inadempimento della direttiva sulla qualità dell’aria.

La Commissione Europea aveva deferito l’Italia alla Corte il 16 maggio 2018, comunicando una decisione analoga anche per l’Ungheria e la Romania. Inoltre, ha portato davanti al tribunale UE anche Francia, Germania e Regno Unito per il superamento dei limiti di biossido di azoto (NO2), paesi ai quali anche l’Italia si è unita per il superamento dei limiti di legge di NO2 nel marzo 2019.

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Cosa sarebbe Roma senza i suoi Pini? Quei Pini che hanno ispirato Ottorino Respighi nella composizione della sua opera che proprio ai Pini ha dedicato, “I Pini di Roma”. Quei Pini che il pittore Aleksander Gierymski ha immortalato nel suo quadro “I Pini di villa Borghese”. Ma perché parliamo oggi dei Pini di Roma? Noi … Continua a leggere Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Proprio in un articolo molto recente ho già espresso i miei pensieri e le mie perplessità sul Ministero della Transizione Ecologica, come sempre in questi casi mi auguro di avere torto, perché intraprendere la strada giusta è nettamente più importante che alimentare l’ego dicendo: ho ragione io. Continuo ad augurarmi di avere torto, continuo a … Continua a leggere Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Leggendo le ultime sul redivivo ponte, mi viene in mente la canzone di Venditti che faceva: Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano… Antonello Venditti Si perché evidentemente c’è qualcuno davvero innamorato della possibilità di fare questo ponte per collegare la Sicilia alla Calabria. Sarà l’amore per le infrastrutture, sarà l’amore … Continua a leggere Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Sono sincero, quando ho saputo che il nuovo governo Draghi ha sostituito il ministero dell’ambiente con quello della transizione Ecologica non ero molto contento, pensavo: perché cambiare nome ad un ministero? Sarà solo una trovata pubblicitaria! (Come se ne vedono oramai ovunque, #greenwashing ndr). Ma poi mi sono detto, deve pur esserci qualcosa di diverso! … Continua a leggere Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...