Quanti alberi ci vogliono per compensare le emissioni di una famiglia media Italiana?

Annunci

Ovunque ci giriamo (per fortuna) vediamo, leggiamo ed ascoltiamo consigli su come limitare il nostro impatto ambientale. Questo è bello, è utile, e dona speranza a chi si sbatte da tempo per dirci che non è poi una cosa così complicata quella di chiudere l’acqua mentre ci si spazzola i denti.

Eppure c’è ancora molto bisogno di dirlo, ripeterlo e ripeterlo fino alla nausea. Ma va bene così eh! L’importante è stare sul pezzo.

Quando si parla di cambiamento climatico, molte persone pensano che ci sia o si possa creare una ricetta (unica) per risolvere la questione. SPOILER: non è così.

Annunci

Bisogna cambiare il modo di produrre energia, bisogna cambiare l’economia e renderla circolare, bisogna investire nella ricerca, bisogna modificare molte cose; anche modificare alcuni aspetti della nostra routine.

E mentre anche le aziende stanno cominciando a farci vedere una certa tendenza a muoversi in direzione della sostenibilità, bisogna ricordare che questa tendenza è dettata da Noi Consumatori!

Eh certo! Abbiamo molto più potere di quel che spesso pensiamo.

Quando alcune tematiche entrano a far parte della “consapevolezza collettiva” allora anche le aziende si uniformano per restare al passo, è semplice, è economia elementare.

Ma vivendo in un’epoca di transizione, alcuni ci arrivano prima altri dopo.

Elogiare i primi e denigrare i secondi? No, no assolutamente! Elogiare i primi ok, ESORTARE i secondi meglio.

Si perché se esistono consumatori a cui il discorso non fa effetto per forza di cose ci saranno anche aziende che non evolveranno, rimanendo ancorate al passato.

Per questo è molto importante che si diano segnali concreti. Come ad esempio cambiare fornitore elettrico e rivolgersi a chi produce l’energia da fonti rinnovabili.

Questa maledetta CO2.

Qualcuno per caso conosce in che modo la Natura sequestra la CO2 dall’atmosfera? (sto immaginando persone che alzando la mano guardando il proprio smartphone, a volte la tecnologia…)

GLI ALBERI!

Photo by Felix Mittermeier on Pexels.com

Unisciti alla community dei DIFENSORI DELLA NATURA, li troverai non solo i nostri articoli freschi di giornata, ma anche tanti spunti di conversazione e riflessione tra i membri della community. Cosa aspetti? clicca su Difensori della Natura ed entra nel gruppo a tematiche ambientali più grande d’Italia! Ah, ovviamente segui anche le nostre pagine social:

Allora qualcuno si è chiesto: ma quanti alberi ci vogliono per compensare le emissioni di una famiglia media Italiana?

La domanda se l’è posta Selectra, una piattaforma web che aiuta a mettere a confronto le tariffe e a gestire i contratti di luce, gas e internet.

Dal suo report è emerso che una famiglia italiana media con nessuna offerta “green” attiva per le forniture di luce e gas, emette ogni anno in atmosfera circa 3.210 kg di CO2. Per compensare questo inquinamento ci vorrebbe un bosco di 160 alberi.

Le cose ovviamente cambiano a seconda della grandezza della famiglia, ma non è solo questo il fattore che incide nei consumi, infatti la stessa famiglia media potrebbe consumare di più in una casa con infissi in cattivo stato ad esempio, senza considerare che la maggior parte dei palazzi in cui viviamo non sono stati progettati per minimizzare i consumi.

in generale dallo studio emerge che per una coppia il consumo annuo di CO2 si tradurrebbe in un compenso da parte di 82 alberi, molto più alto per una famiglia di 5 o 6 persone con una casa indipendente di più o meno 150mq, che si aggira intorno ai 270 alberi.


Iscriviti al nostro canale YouTube, ogni settimana un nuovo appuntamento del nostro show di divulgazione ed approfondimento “deepGreen” in diretta ogni martedì & venerdì h18.30. Clicca sul prossimo appuntamento, iscriviti al canale ed attiva la campanella, cos’ riceverai una notifica 30 minuti prima dell’inizio della puntata! #letsspreadgreen

Se vuoi rimanere aggiornato dei nostri articoli via mail, lascia la tua qui.

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Cosa sarebbe Roma senza i suoi Pini? Quei Pini che hanno ispirato Ottorino Respighi nella composizione della sua opera che proprio ai Pini ha dedicato, “I Pini di Roma”. Quei Pini che il pittore Aleksander Gierymski ha immortalato nel suo quadro “I Pini di villa Borghese”. Ma perché parliamo oggi dei Pini di Roma? Noi … Continua a leggere Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Proprio in un articolo molto recente ho già espresso i miei pensieri e le mie perplessità sul Ministero della Transizione Ecologica, come sempre in questi casi mi auguro di avere torto, perché intraprendere la strada giusta è nettamente più importante che alimentare l’ego dicendo: ho ragione io. Continuo ad augurarmi di avere torto, continuo a … Continua a leggere Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Leggendo le ultime sul redivivo ponte, mi viene in mente la canzone di Venditti che faceva: Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano… Antonello Venditti Si perché evidentemente c’è qualcuno davvero innamorato della possibilità di fare questo ponte per collegare la Sicilia alla Calabria. Sarà l’amore per le infrastrutture, sarà l’amore … Continua a leggere Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Sono sincero, quando ho saputo che il nuovo governo Draghi ha sostituito il ministero dell’ambiente con quello della transizione Ecologica non ero molto contento, pensavo: perché cambiare nome ad un ministero? Sarà solo una trovata pubblicitaria! (Come se ne vedono oramai ovunque, #greenwashing ndr). Ma poi mi sono detto, deve pur esserci qualcosa di diverso! … Continua a leggere Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...