Dolcificante vs. Zucchero: siamo sicuri che le bevande zuccherate artificialmente siano più salutari?

Annunci

Abbiamo sempre detto che il progresso ci ha regalato molte cose buone, come ad esempio lo shampoo anti-forfora, anche se poi è difficile trovarne uno che funzioni.

Ma come ogni cosa il progresso ha il suo rovescio della medaglia, innovazioni inutili, o meglio innovazioni che sembrano utili, ma che poi si rivelano più dannose del motivo per cui sono state create.

Può essere questo il caso? Potrebbe.

Unisciti alla community dei DIFENSORI DELLA NATURA, li troverai non solo i nostri articoli freschi di giornata, ma anche tanti spunti di conversazione e riflessione tra i membri della community. Cosa aspetti? clicca su Difensori della Natura ed entra nel gruppo a tematiche ambientali più grande d’Italia! Ah, ovviamente segui anche le nostre pagine social:

Con lo sviluppo dell’industria alimentare e delle sue tecniche di preparazione e conservazione, è avvenuto un fenomeno che mai il mondo aveva sperimentato fin ora, l’obesità.

Che se ci pensassi un attimo dimenticandoti come gira il mondo allora diresti fra te e te – ma che cazzo! Come può essere che esistano persone con problemi d’obesità, nello stesso pianeta in cui moltissimi muoiono di fame? – poi ti ricordi che sei nato nella parte “giusta” del mondo, fai spallucce e prosegui dritto. Non è colpa di chi è obeso, non è colpa tua, non è colpa mia. Certo ci si potrebbe interessare a anche questo giusto?

Andando a fare un giro al supermercato, si nota una cosa chiara come il sole: i prodotti “salutari sono tipo 6 o 7, mentre quelli da cibo spazzatura li trovi in tutte le corsie, destra e sinistra, in alto e basso, perché?

Perché sono quelli che si vendono.

Inutile fare i puristi, il mondo non gira intorno a cosa è giusto, il mondo gira intorno a quello che si vende.

Nessuno produrrebbe niente se non esistesse un mercato dietro che lo alimenta.

Negli anni il cibo spazzatura ha fatto strage di persone in maniera silenziosa, pian piano, senza fare rumore, il tutto favorito dall’ignoranza generale in materia d’alimentazione da parte di tutti noi, e forse da qualcuno che sapeva, ma ha taciuto per fare quattrini.

Fortunatamente tutti i nodi prima o poi arrivano al pettine e finalmente si è deciso di porre un freno al consumo smisurato di zucchero, introducendo una nuova sostanza sviluppata in laboratorio che udite udite, non contiene calorie, ma riesce a zuccherare comunque le bevande. – Lo chiameremo dolcificante! – Urlò qualcuno in preda ad un attacco d’astinenza che per descrivervelo basta immaginare Homer Simpson che pensa alle sue ciambelle.

E questa è la storia di come nacque il dolcificante.

Tutti (o quasi) s’innamorarono di questo dolcificante, e lo credo bene! Stesso gusto dello zucchero ma zero calorie, queste erano le premesse.

Annunci

Troppo bello per essere vero? Calma su! non siate pessimisti. -.-

Uno studio pubblicato su Journal of the American College of Cardiology, che ha monitorato 104.760 partecipanti tramite la coorte francese NutriNet-Santé (di cui già abbiamo parlato nell’articolo di lunedì, ndr), si è posto la questione.

Ai partecipanti è stato chiesto di compilare un modulo 3 volte ogni 24 ore per 6 mesi, per monitorare accuratamente la loro dieta. Sono stati quindi divisi in 3 categorie in base alla loro normale assunzione di zuccheri tra chi non ne assumeva, chi ne assuma moderatamente e chi ne abusava.

I ricercatori hanno esaminato il follow-up dal 2009-2019. Dopo i primi 3 anni* i ricercatori hanno cominciato ad analizzare i dati di 1.379 partecipanti che hanno avuto casi di malattia cardiovascolare.

*i ricercatori hanno aspettato un lasso di tempo congruo prima di iniziare il monitoraggio vero e proprio, questo per escludere qualsiasi tipologia di errore dovuta alla registrazione di un avvenimento che poteva aver avuto origine prima dell’inizio della ricerca. 

In generale quello che hanno riscontrato è che rispetto ai non consumatori, sia i consumatori più elevati di bevande zuccherate che di bevande zuccherate artificialmente presentavano rischi maggiori di malattie cardiovascolari, dopo aver tenuto conto di un’ampia gamma di fattori di confusione.

Oltre a un rischio maggiore di problemi di salute del cuore, Eloi Chazelas, Ph.D. Lo studente, autore principale dello studio e membro del team di ricerca sull’epidemiologia nutrizionale (Università della Sorbona Paris Nord, Inserm, Inrae, Cnam) ha affermato che lo studio potrebbe avere ulteriori implicazioni normative.

“Il nostro studio suggerisce che le bevande zuccherate artificialmente potrebbero non essere un sostituto salutare delle bevande zuccherate, e questi dati forniscono ulteriori argomenti per alimentare l’attuale dibattito su tasse, etichettatura e regolamentazione delle bevande zuccherate e delle bevande zuccherate artificialmente”

Chazelas Ph.D, autore principale dello studio

I ricercatori hanno affermato che per stabilire un nesso causale tra bevande zuccherate e zuccherate artificialmente e malattie cardiovascolari , saranno necessarie la replicazione in coorti prospettiche su larga scala e indagini meccanicistiche.

Non è stata ancora detta l’ultima parola quindi sull’argomento, ma già degli indizi sostanziali questo studio li ha forniti.

La verità (dal mio angolino del mondo) è che certe cose non dovrebbero essere sostituite, lo zucchero è zucchero, è naturale ma non per questo non fa male! il tabacco è una pianta e guarda quante persone uccide ogni anno. Il punto è, voglio qualcosa di zuccherato? bevo qualcosa con lo zucchero, me la gusto, non eccedo, e mi mantengo attivo.

Personalmente non ho mai provato il dolcificante nel caffè, non l’ho mai provato in generale.

La filosofia dice: naturale è meglio ma non è sempre “bene”.

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Cosa sarebbe Roma senza i suoi Pini? Quei Pini che hanno ispirato Ottorino Respighi nella composizione della sua opera che proprio ai Pini ha dedicato, “I Pini di Roma”. Quei Pini che il pittore Aleksander Gierymski ha immortalato nel suo quadro “I Pini di villa Borghese”. Ma perché parliamo oggi dei Pini di Roma? Noi … Continua a leggere Pini di Roma sotto attacco incrociato, chi li minaccia?

Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Proprio in un articolo molto recente ho già espresso i miei pensieri e le mie perplessità sul Ministero della Transizione Ecologica, come sempre in questi casi mi auguro di avere torto, perché intraprendere la strada giusta è nettamente più importante che alimentare l’ego dicendo: ho ragione io. Continuo ad augurarmi di avere torto, continuo a … Continua a leggere Dove punta la bussola del Ministero della Transizione Ecologica?

Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Leggendo le ultime sul redivivo ponte, mi viene in mente la canzone di Venditti che faceva: Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano… Antonello Venditti Si perché evidentemente c’è qualcuno davvero innamorato della possibilità di fare questo ponte per collegare la Sicilia alla Calabria. Sarà l’amore per le infrastrutture, sarà l’amore … Continua a leggere Quando ci si gioca il jolly, ma il jolly è il ponte sullo stretto

Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Sono sincero, quando ho saputo che il nuovo governo Draghi ha sostituito il ministero dell’ambiente con quello della transizione Ecologica non ero molto contento, pensavo: perché cambiare nome ad un ministero? Sarà solo una trovata pubblicitaria! (Come se ne vedono oramai ovunque, #greenwashing ndr). Ma poi mi sono detto, deve pur esserci qualcosa di diverso! … Continua a leggere Perché il Ministero della transizione Ecologica si occupa di IDROCARBURI?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...